Apr 142015
 

A Palazzo Barolo, a Torino, la presentazione di un intelligente e utile progetto che coinvolge anche la nostra “buonaculturale” Bianca Tosatti. 

Interverranno i referenti delle istituzioni pubbliche e private coinvolte: Elide Tisi, Vicesindaco Città di Torino; Antonella Parigi, Assessore alla Cultura e Turismo Regione Piemonte; Domenico Papa, resp. Ufficio Comunicazione e Valorizzazione, Segretariato regionale per il Piemonte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; Luciano Marocco, Presidente Opera Barolo.

Gli ideatori e i curatori del progetto: Tea Taramino, Città di Torino, Divisione Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie, Settore Disabili; Annalisa Pellino e Beatrice Zanelli, storiche dell’arte e curatrici, Arteco; Gianluigi Mangiapane, Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università degli Studi di Torino, Associazione Culturale Passages.

La storica dell’arte e curatrice esperta di Arte Irregolare Bianca Tosatti, Associazione Figure Blu Onlus (Parma) e l’artista Michele Munno, fondatore dell’atelier Adriano e Michele, Centro Fatebenefratelli di San Colombano al Lambro (MI).

Mai Visti e Altre Storie è un progetto volto alla tutela e alla valorizzazione dell’Arte Irregolare piemontese, in aperto dialogo con l’Arte Contemporanea. Si offre come occasione per riflettere sulla permeabilità dei confini tra i concetti di outsider e mainstream, normalità e marginalità, salute e malattia, considerando arte e cultura come beni condivisibili e strumenti di cittadinanza attiva.

A una prima fase, già in atto, dedicata allo studio e alla catalogazione delle collezioni, seguirà la pubblicazione di un archivio online liberamente accessibile, che renderà fruibili migliaia di opere altrimenti in ombra. Queste saranno facilmente localizzabili in relazione ai rispettivi luoghi di conservazione (centri diurni, ASL, cooperative sociali e collezioni private) disseminati su tutto il territorio regionale.

Una seconda fase sarà dedicata alla valorizzazione delle opere e a una restituzione ad ampio raggio. Il 14 maggio inaugureranno dunque tre mostre inserite in spazi significativi quali Palazzo Barolo, InGenio Arte Contemporanea e la Galleria Opere Scelte, inserendosi altresì a fondo nel contesto torinese dell’arte contemporanea.

Nello stesso giorno e in concomitanza con l’inaugurazione delle tre mostre, avrà luogo un flash mob a carattere partecipato e rivolto ad un pubblico ampio e trasversale, impegnato nella realizzazione di un’installazione urbana che collegherà fisicamente e simbolicamente le tre sedi espositive, proponendo un dialogo serrato tra arte di relazione, irregolare e contemporanea.

Alla serie di appuntamenti primaverili che si concluderà con la presentazione del Quaderno di PsicoArt sulle Arti Irregolari prevista a Palazzo Barolo il 5 giugno alle 17.00, seguirà una seconda serie di appuntamenti autunnali consistenti in eventi a carattere formativo e comunicativo rivolti rispettivamente agli addetti ai lavori e alla cittadinanza.

Conferenza stampa di presentazione del progetto e dell’evento CASETT-AZIONE URBANA

22 aprile 2015, h. 11.00 – Salone d’Onore Palazzo Barolo, Via delle Orfane 7, Torino.

 

Mai Visti e Altre Storie

un progetto ideato da Tea Taramino (Arte Plurale, Città di Torino)

a cura dell’Associazione Arteco (Annalisa Pellino, Beatrice Zanelli)

con la collaborazione dell’Associazione Culturale Passages

 

Promotori: Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico del Piemonte e Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, Ministero dei Beni Culturali; Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino; Città di Torino, Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie, Servizio Disabili; ASL TO1, TO2 e TO3; Opera Barolo; Fondazione Medicina a Misura di Donna; Associazione Il Bandolo Onlus; Associazione Figure Blu Onlus, Centro Studi di Bianca Tosatti, Parma.

Partner: Enti pubblici~ Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino; Atelier Adriano e Michele del Centro Sacro Cuore di Gesù – Fatebenefratelli di San Colombano al Lambro, Milano; Circoscrizioni1-2-3-4-5-6-7-8-9-10, Torino; Consorzio dei Servizi Socio-Assistenziali IN.RE.TE, Centro Diurno Centonove, Ivrea (TO); CSSAC, Consorzio dei Servizi Socio-Assistenziali del Chierese; Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino; Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli; Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino; Primo Liceo Artistico di Torino; Associazioni~ ANFFAS di Biella e Vercelli; Associazione culturale “Lyceum-Formazione e Aggiornamento” Milano; Arcobaleno Onlus; Arte per tutti, Ivrea; Comunità di Sant’Egidio, Novara; Fragole Celesti, Oglianico (TO) e Fermata d’autobus, Trofarello (TO); Il Porto, Moncalieri (TO); Laboratorio della Fabula, Torrazza Piemonte (TO); Laboratorio Zanzara; Torino Mad Pride; Cooperative Sociali~ Animazione Valdocco; Casetta Andrea; Chronos/Arte Pura/Consorzio R.I.SO.; CLGEnsemble, Chivasso (TO); Frassati; Il Margine; Il sogno di una cosa; La Rondine, Chieti; La Testarda; Le Nuvole, Saluzzo (CN); Nuova Vita, Torrazza Piemonte (TO); Paradigma; Proposta 80, Centro Socio Formativo Mistral e Centro Diurno San Lazzaro, Cuneo; Stranaidea; Collezioni private~ famiglia Regge, Torino; Bardini–Cipriani (già Fatebenefratelli) San Maurizio Canavese, (TO) e di singoli artisti. In collaborazione attiva con~ la galleria Opere Scelte e gli spazi non profit InGenio Arte Contemporanea, Spaziobianco di Torino e Studiodieci di Vercelli.

 

info:

Elisa Campanella, Ufficio Stampa Arteco

stampa.arteco@gmail.com

+39 339 3124035

www.associazionearteco.it

 

 

 

 

 

 

 

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento