Apr 172015
 

Caterina Arcuri è nata a Catanzaro, dove vive e opera.
Ha compiuto studi artistici e musicali (Accademia di Belle Arti e Conservatorio di musica).
È professore ordinario di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.
Opera nel campo della ricerca e della sperimentazione visiva utilizzando linguaggi diversi, dalla fotografia alla videoinstallazione, dalla pittura alle opere plastiche, alla performance.
La sua ricerca ha una forza costruttiva che si identifica con il medium plastico.
La sua identità generativa si connota nella sovrapposizione e interazione dialogica di semplici e minimali elementi in acciaio, terracotta e legno che si purificano in un progressivo itinerario di ascesi e di sublimazione in cui il simbolo definisce un tracciato essenziale tra dimensione mistica e arte relazionale.
Ha esposto in mostre personali, collettive e di gruppo. È stata invitata a rassegne nazionali ed internazionali, tra le quali: Respiro silente, a cura di M. Bignardi, Museo FRAC, Baronissi; Fonti, a cura di P. Aita, Galleria TRAleVOLTE, Roma; Minime ETERNITÀ, a cura di M. Bignardi, Centro Open Space, Catanzaro; Padiglione Italia, Regione Calabria, LIV Biennale di Venezia, Villa Genoese Zerbi, Reggio Calabria; Action Poetry, Galleria Peccolo, Livorno; Tornare @ Itaca, a cura di M. Pasqua, Fondazione Mudima, Milano; A Sud del mondo, a cura di R. Branà, Palazzo Delli Ponti, Taranto; V Triennale d’arte sacra contemporanea, a cura di T. Carpentieri, Seminario Arcivescovile, Lecce; III Free International Forum, a cura di L. De Domizio Durini, Bolognano; Racconti I-Conici, a cura di V. Dehò, Pinacoteca Comunale, Pieve di Cento; IV Edizione Premio Celeste, a cura di G. Marziani, San Gimignano; 5ª Biennale del libro d’artista, a cura di V. Biasi, T. Pollidori, B. Tosi, Biblioteca Comunale “P. Malatesta”, Cassino; Videoart Yearbook 2007 e 2006, a cura di R. Barilli, Ex Convento di Santa Cristina, Dipartimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna.
La sua bibliografia è presente in pubblicazioni di carattere generale e monografico, tra le quali ricordiamo: Caterina Arcuri / Respiro silente, (con testi di P. Aita, M. Bignardi), Museo FRAC edizioni, Baronissi (Sa), 2014; Caterina Arcuri / L’altro corpo (con testi di R. Barilli, G. Bonomi, R. Cardone, L. P. Finizio, A. Sanna), Rubbettino Editore, Soveria Mannelli (Cz), 2012; T. Coltellaro, Fatti d’Arte, un percorso nel contemporaneo tra arte, società e territorio, Rubbettino Editore, Soveria Mannelli (Cz), 2010; AA.VV., Videoart Yearbook, l’annuario della videoarte italiana 2006-
2007-2008, Fausto Lupetti Editore, Bologna, 2009; R. Pinto, Le arti figurative al femminile nel mezzogiorno d’Italia dal cinquecento al duemila, Istituto grafico editoriale italiano, Napoli, 2009; T. Sicoli, Caterina Arcuri / Ekphrasis opere 2006-2008, Edizioni Museo Nuova Era, Bari, 2008; A. Lombardi, Caterina Arcuri / Itinerari (con testi di T. Altomare, R. Barilli, L. Caccia, M. Cristaldi, P. Doria, T. Ferro, G. Gigliotti, D. Nisticò), Rubbettino Editore, Soveria Mannelli (Cz), 2006.
Sue opere sono presenti in Musei, collezioni pubbliche e private in Italia e all’estero.

Caterina Arcuri Dalla terra alla terra

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento