Apr 172015
 

Sono nata al sud, a Bari, all’ultimo piano di un palazzo di fronte al mare, il mare dell’est dei miei lavori ed è al sud che sono sempre tornata appena mi è stato possibile. Da bambina disegnavo molto, leggevo storie di Nativi americani, studiavo pianoforte e dividevo la stanza con mio fratello. Ho studiato in un ottimo liceo ed ho frequentato corsi di teatro, ho scritto una sceneggiatura per uno spettacolo per bambini e mi sono iscritta all’università, ma l’ho abbandonata dopo un anno per viaggiare.

Nel 1984 ho girato l’Europa ed il Brasile, nel 1985 ho vissuto in Israele nel Kibbutz Hahotrim e dopo qualche mese, seguendo le orme di mio fratello sono ritornata in Brasile dove sono rimasta fino all’87.

A São Paulo ho frequentato la scuola libera del nudo, i corsi di incisione e di fotografia del Museo Lasar Segall (Ateliêr de Desenho, Gravura e Fotografia), il laboratorio di disegno del professor Dalton De Luca  e i corsi del Centro Culturale SESC Fábrica da Pompeia, Cursos das áreas de Artemídia. Sono tornata a Bari dove mi sono appassionata allo studio della fotografia, ho seguito diversi workshop con autori internazionali come Gabriele Basilico, Toni Catany, Martin Parr, Claude Nori, Mimmo Jodice, Cuchi White, Gianni Bereno Gardin, ed ho approfondito teoria e metodologia con Carlo Garzia e Lisetta Carmi.

Ho lavorato per qualche anno con la galleria Spazio Immagine con responsabilità direttive ed ho seguito gli incontri ad Arles con il critico d’arte e teorico delle fotografia Jean-Claude Lemagny. Negli stessi anni mi sono iscritta alla facoltà di Lingue e Letterature Straniere, così nel 1990 ho avuto la possibilità di trasferirmi a Lisbona, con il programma Socrates/Erasmus, alla facoltà di Lettere dell’Universidade Clássica de Lisboa, dove ho seguito i corsi di Letteratura, Storia dell’arte, Storia dell’immagine ed ho collaborato con la Cinemateca Portuguesa. Nello stesso anno ho partecipato alla mostra internazionale Rotte Mediterranee, Biennale d’Arte Mediterranea Giovani a Tipasa in Algeria.

Sono tornata a Bari nel 1993 per laurearmi e per realizzare la mia seconda personale dal titolo Dialogue all’Artoteca Alliance dell’Associazione Culturale Italo Francese, nello stesso periodo ho  partecipato al photosalon della Biennale Internazionale di Fotografia di Torino. Nel 1994 ho vinto il Premio European Kodak Panorama, selezione finale a Parigi e mostra ad Arles nell’Eglise des Jésuites, durante Les Rencontres Internationales de la Photographie.

Nel 1995 sono stata selezionata da CharlesHenri Favrod per la mostra itinerante Comme dans un miroir, Le portrait dans la collection du Musée de L’Elysée de Lausanne e unica italiana invitata dalla Fondazione Italiana per la fotografia di Torino per il progetto The European Face, Talbot Rice Gallery – University of Edimburgh in collaborazione con The European Union Cultural Forum, Edimburgh: una serie di mostre in diverse città europee, dalla M/F Kronborg di Copenhagen al Danish Cultural Institute di Hannover, dalla Galeria Foyer di Gdansk al Fotoforum West di Innsbruck  e ancora dalla Weesper Synagoge di Weesp (Amsterdam) alla Galleria FotoForum di Bolzano, dal Jewish Culture Centre di Krakow alla PS Gallery di Poznan e per finire all’Estonian National Library di Tallin.

Nel 1998 sono stata invitata da Roberto Margini per realizzare un libro d’artista e una mostra a Casalgrande, provincia di Reggio Emilia. Nel 2001 ho partecipato alla mostra, curata da Teresa Macrì, Mille e una Biennale, inaugurata dalla Fondazione Bevilacqua La Masa in occasione della 49°Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia ed ho partecipato alla IX Biennale Internazionale di Fotografia di Torino, Border Stories, a cura di Denis Curti. Nel 2002 sono stata selezionata per la mostra Arte Maggio curata da Linda Blumberg (American Accademy in Rome) e Marilena Bonomo. Sempre nel 2002 sono stata invitata da Teresa Macrì a realizzare una stanza per la Casa Museo Stesicorea della Fondazione Fiumara d’arte di Antonio Presti e nel 2006 la stanza dei Portatori d’acqua nell’Art Hotel, Atelier sul mare.

In seguito mi sono interessata di video installazioni ed ho frequentato diversi workshop con registi internazionali come Emir Kusturica, Abbas Kiarostami e Alina Marazzi e per completare i miei studi ho conseguito un diploma di Master in Arti Terapie. Dopo varie esperienze di didattica interdisciplinare nelle scuole e all’Università negli ultimi dieci anni ho realizzato progetti artistici nelle carceri con l’Opificio per le Arti del Kismet Opera e con il Centro di Documentazione e Cultura delle Donne di Bari.

Dal 2003, con la mostra Maternità dell’opera, è cominciata la collaborazione con la Galleria Bonomo di Bari e con la seconda personale Fronte dell’est del 2007 un interessante percorso di mostre con Martina Corgnati.

Negli ultimi anni ho esposto e collaborato con: la Fondazione Fiumara d’arte di Catania, la Gallery Onetwentyeight di New York, la Mars gallery di Melbourne, la Fondazione Horcynus Orca di Messina, l’Istituto Garuzzo per le Arti Visive di Torino, l’Armenian Center for Contemporary Experimental Art di Yerevan, lo Yapi Kredi di Istanbul e diversi Istituti Italiani di Cultura.

Tra le mostre più recenti, nel 2013:  Twenty for one, a cura di Martina Corgnati per l’IGAV di Torino, Special Project, 5 Moscow Biennale of Contemporary art, Rizzordi Art Foundation, St. Petersboug; Centro Culturale Recoleta – Buenos Aires; Spazio Culturale Museo delle donne – Córdoba; Espacio de Arte Contemporáneo – Montevideo.

Tra i futuri progetti ci sono alcune mostre confermate per il 2014:

– E pettirosso diventò il cammello, personale, a cura di Martina Corgnati, Istituto Italiano di Cultura, Tirana, Zagabria, Colonia e Strasburgo

– Learning by heart, personalePodbielski Contemporary art, Berlino

– E pettirosso diventò il cammello, personale, Galleria Bonomo, Bari

– Twenty for one, Italian contemporary art, Istituto Italiano di Cultura, Zagabria, Vienna, Bratislava

 

Agnese Purgatorio is an artist who works primarily in photography, video, installation and performance. Born in Bari,  she lives between Beograd and Beirut.                                                                                               Graduated in Foreign  Languages and Literatures, she holds an M.A. in Art Therapy. Her training as an artist began with a period of study in São Paulo, Brazil, at the Lasar Segall Museum and at the SESC Pompéia Factory (drawing techniques, printmaking and phothography). She began working with photography in Italy with the Galleria Spazio Immagine – Bari, as vice-president. Since 1990 she has exhibited her work, in Italy and abroad, in solo and group exhibitions, and is the recipient  of  important international awards. Her work is included in many private and public art collections.

 

 

Selected International Exhibitions, Awards and Events

2014

–   E pettirosso diventò il cammello, solo exhibition, curated by Martina Corgnati, Italian Institute of Culture, Tirana, Zagreb, Köln,  Strasbourg  

–  Learning by heartsolo exhibition, Podbielski Contemporary art, Berlin,

– venti per una, curated by Martina Corgnati, Italian Institute of Culture, Zagreb, Wien, Bratislava

2013

– Twenty for one, Special Project, 5 Moscow Biennale of Contemporary art, Zurab Tsereteli Art Gallery,  (catalogue), Rizzordi Art Foundation, St. Petersboug

– Il corpo solitarioPalazzo della Penna, Perugia, curated by Giorgio Bonomi e Alessandra Migliorati (catalogue)

– 20 x 1, Centro Culturale Recoleta – Buenos Aires; Spazio Culturale Museo delle donne – Córdoba;  Espacio de Arte Contemporáneo – Montevideo; Museo de Arte Contemporáneo, La Plata; curated by Martina Corgnati (IGAV Torino – catalogue)

2012

– Confini, International Mediterranean Art Festival, Horcynus Orca Fondation, Reggio Calabria

– J’ai utilisé la mémoire, performance, Armenia-Turkey border

– Remote sensing, Armenian Center for Contemporary Experimental Art, Yerevan

– Venti per una, IGAV, Istituto Garuzzo per le Arti Visivecurated by Martina Corgnati, Castiglia di Saluzzo (CN)

2011

– Waves… The Tides of Time, Gallery Onetwentyeight, New York

– Dalla cella all’atelier, permanent art collection IGAV curated by Alessandro Demma, Castiglia di Saluzzo (CN)

– Sulla linea verde, performance, Horcynus Orca Fondation, International Art Festival, Messina

2010

 Perhaps you can write to me, presentation of the book, video-performance, Castello Svevo, Bari

– Era un giorno di neve, video-installation, Museum of Contemporary Art, Skopje

– Manifesta 8, the European Biennial of Contemporary Art, video presentation curated by Martina Corgnati, Murcia

– Contemporary Artists between Italy and Turkeyvideo-installation Torino- Istanbul-Teheran, Yapi Kredi gallery, Ministry of Italian Foreign Affairs celebrate Istanbul European Capital of Culture (catalogue)

2009

– Dalla clandestinità, performance and video-installation, solo exhibition Mars gallery, Melbourne

– Fronte dell’est, performance, Istituto Italiano di Cultura, Melbourne

– Perhaps you can write to me, performance and video- installation, Horcynus arti visive, Horcynus Orca Fondation, International Art Festival, Messina

2008

– International Experimental Film Festival, Museum Florean, Carbunari

– Le porte del Mediterraneo, (curated by Martina Corgnati), Palazzo Piozzo, Rivoli (TO) (catalogue)

– L’arca, Galleria Bonomo, Bari, (catalogue).

2007

– Bienal B, International Art Festival, Porto Alegre, R.S.

– Fronte dell’est, Galleria Bonomo, Bari, solo exhibition (catalogue: critique Martina Corgnati)

– Funny women, 23 international artist, Gallery 128, New York.

2006

– Stanza dei Portatori d’acqua, (art room, project realized with Antonio Presti) Art Hotel, Atelier sul mare, inaugurated by Danielle Mitterrand, Castel di Tusa – ME

– Telepass, Museo civico Castello dei Ventimiglia, Castelbuono – PA

2005

– bac!05 – 6 International Festival of Contemporary Art in Barcelona, Spain, video-installation, (catalogue)

– Premio Milano e Torino Incontrano… l’Arte, Palazzo Affari ai Giureconsulti, Milano

– S/ago/me 547, traforo via Nazionale, installation,  collective event, Roma (catalogue).

2004

– Self-ish, curated by Kazuko Miyamoto, Gallery Onetwentyeight, New York.

– 500 Spot per Librino, Fiumara d’Arte, curated by di Antonio Presti, collective event, Catania – Roma

– Superheroine,  Gallery 128, New York (catalogue).

2003

– Maternità dell’opera, Galleria Bonomo, solo exhibition (catalogue: critique Teresa Macrì), Bari

– 43° Premio Suzzara, “Anima e corpo fra tradizione e cibernetica” curated by Martina Corgnati, Nicola Marras, Enrico Mascelloni, Suzzara (Mantova) (catalogue).

2002

– Extraordinario, art room Il centro molle,installation and performance, Casa Museo STESICOREA, curated by Teresa Macrì, Catania

– Arte Maggio (curated by Linda Blumberg – American Accademy in Rome and Marilena Bonomo), Sala Murat, Bari (catalogue)

– Artisti per l’EPICENTRO – Museo delle mattonelle d’arte, Gala di Barcellona – ME

2001

– Mille e una Biennale, in conjunction with 49th International Art Exhibition, Venice Biennale, Bevilacqua La Masa Fondation (curated by Teresa Macrì).

– Border Stories, IX International Torino Biennale of photography (curated by Denis Curti), Palazzo Bricherasio, Torino (catalogue).

– Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo (curated by Giovanna Dalla Chiesa), Convento di San Francesco, Giffoni Valle Piana – SA (catalogue).

2000

– Non Racconti, solo exhibition, critique Denis Curti, Aroma Photogalerie, Berlin

– Art Woman, Castello Carlo V, Lecce (catalogue).

1999

– ESPERIMENTA 99, I° Edition, Trullo Sovrano, Alberobello – BA (catalogue)

– Lo sguardo pluricentrico, curated by Mario Cresci, Rencontres Internationales d’Arles

– Non Racconti, solo exhibition, Kismet Opera Opificio per le Arti, Bari

1998

– Il demone ambiguo, curated by Roberto Mutti, Fondazione Italiana per la Fotografia, Torino

– Stati Estensi 199A project curated by Roberto Margini, solo exhibition, Casalgrande – RE, (artistc book by Agnese Purgatorio, critique Massimo Mussini)

– ART&MAGGIO Prima rassegna d’arte contemporanea, curated by Marilena Bonomo, Bari (catalogue)

1997

– The European Face, Weesper Synagoge, Weesp (Amsterdam): Galerie FotoForum, Bolzano: Jewish Culture Centre, Krakow, Poland: PS Gallery, Poznan: Estonian National Library,Tallin. (catalogue)

–  Tribus, solo exhibition, Artoteca Alliance Ass.Cult. Italo Francese, Bari

1996

– Tribus, solo exhibition, Exposition France-Italie, Le Génie de la Bastille, Paris.

– The European Face, The Copenhagen 96 Ferry – M/F Kronborg, Copenhagen: Danish Cultural Institute, Hannover: Galeria Foyer, Gdansk: Fotoforum West, Innsbruck, (catalogue)

1995

– She represents Italy in the project  The European Face, Talbot Rice Gallery – University of Edimburgh and The European Union Cultural Forum, Edimburgh, (catalogue).

– Comme dans un miroir, Le portrait dans la collection du Musée, exposition itinérante (curated by C. H. Favrod), Musée de L’Elysée, Lausanne

1994

– European Panorama Kodak Award, international selection Paris, winners’ exhibition: Eglise des Jésuites, Rencontres Internationales d’Arles, (catalogue)

– Dialogue, solo exhibition, Accademia di Belle Arti di Bologna (catalogue)

1993

– 5 International Torino Biennale of photography, Photosalon, Torino.

– Dialogue, Artoteca Alliance Ass.Cult. Italo Francese, solo exhibition, Bari

1990

– Rotte mediterranee – Biennale d’Arte Mediterranea Giovani, Tipasa, Algérie, (catalogue).

– Fata Morgana, a room for arts, solo exhibition, Fortino Sant’Antonio, Bari

2Agnese Purgatorio solo rose per te

Spiacente, I commenti sono chiusi al momento